IMMAGINA UN MONDO SENZA CORRUZIONE: ABBIAMO UN VINCITORE

La giuria si è pronunciata e da oggi sappiamo chi è il vincitore del Contest “Immagina un mondo senza corruzione. Non è stato semplice scegliere, perché i video che i ragazzi hanno scritto, interpretato e girato sono davvero splendidi. Tutti e tre i corti dimostrano l’impegno e la passione che hanno messo in questo progetto, ognuno a modo suo, facendo emergere doti e talenti che forse nemmeno loro sapevano di avere.

La vittoria però doveva andare a un solo corto, non c’era la possibilità di un gradino alto per tutti, e la giuria ha deciso di premiare “La vita di un eroe” di Vanessa Trapasso, del Liceo delle Scienze Umane, Vito Scafidi, Sangano (TO). La ragazza ha scelto un genere particolare per il suo lavoro e ci ha così regalato un corto insolito, che non ci aspettavamo. La sua passione – ci ha svelato poi – è quella di impugnare una matita per disegnare ciò che vede e che sente, quindi per lei è stato naturale scegliere di animare i suoi disegni e dargli voce, per un mondo senza corruzione. Ci ha raccontato la storia di un poliziotto, attraverso gli occhi del figlio che quotidianamente lo vede lottare contro il malaffare. Nel farlo, è stata capace di dare un messaggio positivo, perché la corruzione si può sconfiggere, con l’integrità e con senso civico, non girandosi dall’altra parte.                                                                 "La vita di un eroe" Vanessa Trapasso Contest Video Immagina un mondo senza corruzione

Non sono stati da meno gli altri due finalisti. I ragazzi dell’IIS Pertini-Falcone di Roma, con “L’incontro“, ci hanno coinvolti raccontandoci una storia dal ritmo incalzante e con un’importante riflessione sullo sport, veicolo di valori quali la lealtà e la correttezza. I ragazzi infatti hanno impresso su pellicola una storia avvincente, di malavita che si scontra con scelte di coscienza, il tutto calato nella splendida cornice di una palestra di judo.

Video Contest Immagina un mondo senza corruzione Pertini-Falcone Roma

Diversa ambientazione invece per il corto “La vittoria di Giulia“, realizzato dai ragazzi dell’IIS Leonardo Da Vinci di Lamezia Terme, storia di un medico che si trova di fronte ad una scelta drammatica: accettare o meno una somma di denaro per operare un paziente a discapito di un’altra. La storia, dai tratti romantici, si conclude anche in questo caso positivamente, con la coscienza della dottoressa che si impone e con la guarigione dei due pazienti-amici.

Video Contest Immagina un mondo senza corruzione Leonardo Da Vinci Lamezia Terme

Ci hanno tenuti incollati allo schermo, ci hanno fatto sorridere e qualche lacrima, dobbiamo dirlo, è scesa. Per noi hanno vinto tutti per la forza del loro messaggio e l’originalità con la quale sono stati capaci di dar voce in modo originale ed incisivo alle loro coscienze.

Dove si possono vedere i tre corti?

Abbiamo pensato che meritavano di esser visti tutti, non solo da noi, ma da un pubblico che di corti se ne intende: quello che ogni anno a Piacenza raduna appassionati e professionisti per il Concorto Film Festival. Quindi, se volete vedere in anteprima i corti e volete anche voi emozionarvi, vi aspettiamo il 20 agosto a Piacenza, presso Palazzo Ghizzoni Nasalli alle ore 18.00.

Siamo certi che per i ragazzi sarà un’esperienza indimenticabile, immersi in un contesto interamente dedicato al mondo del cinema e in particolare al cortometraggio. Insieme ai loro corti, saranno presentati anche i lavori dei ragazzi sloveni e ungheresi che hanno aderito al progetto.

Share Button