SAI CHI VOTI – 113 CANDIDATI SINDACO HANNO ADERITO ALLA CAMPAGNA

Sono ben 113 i candidati sindaco (su 244 totali, in tutta Italia) che hanno aderito alla campagna Sai chi voti. In tre città del Nord – Cuneo, Sesto San Giovanni e Gorizia – e una del Centro – Lucca – aderiscono addirittura tutti i candidati alla poltrona di primo cittadino.

“Questo dimostra quanto il tema della trasparenza sia forte in campagna elettorale” – commenta il nostro direttore esecutivo, Davide Del Monte – “e ci auguriamo che lo possa essere anche quando il sipario sarà calato su questa tornata elettorale.”

Le città monitorate in questa edizione saranno: Acerra, Alessandria, Asti, Belluno, Bitonto, Carrara, Catanzaro, Como, Cuneo, Frosinone, Genova, Gorizia, Guidonia Montecelio, L’Aquila, La Spezia, Lecce, Lodi, Legnano, Lucca, Molfetta, Monza, Oristano, Padova, Palermo, Parma, Piacenza, Pistoia, Portici, Pozzuoli, Rieti, Sesto San Giovanni, Taranto, Trapani, Verona.

Nello specifico, al Nord hanno aderito 71 candidati su un totale di 125, quindi il 56,8%. Al Centro sono 21 i candidati su 52 complessivi, pari al 40,38%, mentre per quanto riguarda il Sud e le isole sono sempre 21 le adesioni su 67 candidati complessivi, pari al 31,34%.

Se ci sono città nelle quali tutti i candidati sindaco hanno aderito, ce ne sono però tre che non hanno trovato terreno fertile. Una al Centro – Rieti – e due al Sud – Bitonto e Pozzuoli.

I candidati che hanno aderito hanno scelto di impegnarsi a rispettare sei fondamentali indici di trasparenza. Oltre alla richiesta di pubblicazione del loro curriculum vitae, del loro status giudiziario, dei loro potenziali conflitti d’interessi e l’impegno ad adottare audizioni pubbliche per la scelta dei vertici di enti, fondazioni e società partecipate, la campagna 2017 chiede ai candidati di rendere noti, fin da subito, i dati sui finanziamenti elettorali ricevuti e che si impegnino, qualora eletti, ad adottare un’agenda pubblica degli incontri con i portatori d’interesse.

“Quelle che abbiamo presentato con gli amici di Riparte il Futuro non sono altro che richieste di buon senso. Ognuna di queste può essere messa in pratica facilmente e può aprire le strade – ci auguriamo – ad una cittadinanza più consapevole.”

Per conoscere tutti i candidati basta visitare il portale saichivoti.it.

Share Button